Cos’è il SOMA-Embodiment™?

Il SOMA-Embodiment™, concepito e svilluppato da Sonia Gomes, PhD, offre abilità diagnostiche, strumenti di tocco e movimento, oltre al risveglio aptico per trasformare i traumi di sviluppo, emotivi, e da shock.

Il programma di training SOMA-Embodiment™, rivisto rispetto al suo predecessore SOMA, include aspetti tecnici dell’Integrazione Strutturale e Movimento della Dott.ssa Ida Rolf,  la Funzione Tonica e Analisi del Movimento di Hubert Godard.  SOMA-Embodiment™ è scaturito dalla comprensione del trauma psico-fisiologico da parte del Dott. Peter A. Levine, sostenuto dalla Teoria Polivagale del Dott. Stephen Porges e dai contributi della Psicologia Ecologica esposta dal Dott. James Gibson. Definiscono il programma anche i lavori di Henri Wallon, Donald Winnicot e André Bullinger.

 Il concetto fondamentale del SOMA-Embodiment™ 

Il concetto fondamentale di SOMA passa attraverso il fatto che prima di rinegoziare il trauma emotivo, il corpo ha bisogno di trovare sicurezza e stabilità fisica. In qualsiasi tipo di trauma vi è una rottura dell’equilibrio sensomotorio, che porta il cliente a regredire nelle fasi dei suoi stati di sviluppo emotivo.

A causa di vari tipi di trauma o di abitudini inappropriate vi è una dissociazione a livello mente-corpo nella struttura del trauma. A tal proposito la persona esperisce un cambiamento nell’integrazione tra i sensi, che ovviamente, dovrebbero lavorare unitamente.

 Quando il trauma viene attivato esso fa in modo che Il Sistema Nervoso Autonomo (SNA) si focalizzi sul “re- in acting”: una ripetizione dello schema di postura difensivo o di azione ripetitiva evocata dalla memoria traumatica. La fissazione degli elementi di sviluppo che sono completamente immaturi nella memoria implicita possono portare il corpo del cliente ad uno schema posturale di congelamento, che rivela certe attitudini emotive che possono offrire indizi al terapista su dove e come il corpo e la mente siano intrappolati

I professionisti SOMA-Embodiment™ aiutano i clienti a ripercorrere il  trauma attraverso un’attenzione al Sistema Nervoso Sociale (Porges) e alla Rieducazione al Movimento (Godard e Rolf) per restituire una stabilità fisica, la percezione e la propriocezione. I professionisti stimolano  il rilascio di energia legata al trauma ottimizzando la funzione fisiologica del cliente, l’orientamento e  la resilienza (Levine), che si riflette in una maggior capacità di gestione personale, relazioni sane, tranquillità e gioia.

Il programma implica una comprensione della dinamica funzionale del Sistema Percettivo, che include l’attività aptica, ossia un processo di riconoscimento del mondo attraverso il tatto, che consente di avere informazioni sia sul corpo che sull’ambiente, gestendo anche la sfera del contatto: tutti quei segnali attraverso i quali regoliamo la comunicazione nei confronti di noi stessi, degli altri, degli oggetti e animali, fondamentale  per identificare le difese corporee ed emotive nelle persone traumatizzate.

In breve, usando i principi base della  SE™, il cliente viene aiutato, attraverso il tocco e il movimento, a trovare una via di uscita dai blocchi del corpo, della mente e del cervello causati dai diversi eventi traumatici.

Programma completo del Training

Introduzione (3 Giorni)
  • Cos’è SOMA come strumento SE ™? 
  • SOMA come strumento multidisciplinare: riassunto delle opere di Peter A. Levine (SE ™); Stephen Porges (Teoria Polyivagal); Ida Rolf (Structural Rolfing) e Hubert Godard (Funzione tonica).
  • In che modo le esperienze traumatiche possono avere un impatto su corpo, mente e cervello come si creano i blocchi;
  • Embodiment: territorialità, sostegno, apertura dell’apicità; portando il concetto di plurisensorialità e restauro di propriocettori, interocezione ed esterocezione.
  • Sviluppo embriologico e organizzazione spaziale; sistema tattile e campo gravitazionale
  • Riattivazione delle risposte di difesa attiva di lotta e fuga attraverso la stabilità e l’orientamento spaziale coordinati al tocco e al movimento.
  • Organizzazione dello spazio interno ed esterno attraverso il movimento nel campo gravitazionale.
  • Una vista panoramica dell’intero programma SOMA. Cosa ci si aspetta dall’allenamento SOMA e come funziona nel trattamento del trauma?
  • Dimostrazioni video con Sonia Gomes con diversi tipi di traumi.
       Espansione del sistema percettivo (5 Giorni)
  • In che modo l’esperienza traumatica influisce su corpo, mente e cervello? Una visione neurofisiologica e integrativa
  • Funzione tonica, tocco e movimento come strumenti per la re-significazione sensomotoria: la teoria ecologica della percezione
  • L’impatto del carico traumatico sul modo di percepire il mondo: mancanza sensoriale-motoria e perdita di vitalità
  • La funzione tonica e il sistema aptico: la coscienza del pre-movimento e della kinesfera, i tocchi alfa e gamma e la territorialità
  • La fenomenologia e la neurofisiologia della gravità nella relazione di apticità e stabilità del nucleo: le posizioni, la prima e la seconda articolazione di base.
  • Esercizi e tecniche SOMA: suoni, respiro, battito cardiaco e movimento come modalità di accesso a risposte congelanti
  • Embodiment come elemento di transfert: impegno sociale, presenza e risonanza come chiavi di guarigione del trauma. L’unione delle terapie del trauma con la teoria polivagale
  • Stimolare la fluidità e la coordinazione del movimento: espressività e impressionabilità per superare le inibizioni e le restrizioni del corpo. Guida e risposte alla vergenza.
  • Psicologia ecologica della percezione: l’unicità della percezione e dell’azione. Il tocco e il movimento per la ridefinizione della mancanza motoria-sensoriale e per il risveglio della vitalità
  • Protocolli I: Come utilizzare SOMA nei traumi ad alto impatto
  • Dimostrazioni pratiche di Sonia Gomes seguite da esercitazioni tra gli studenti: il risveglio del sistema aptico
       Ripristino della mobilità  (5 Giorni)
  • La fenomenologia dello spazio, la presenza dell’altro: limitarsi alla relazione tra le braccia e il supporto
  • Ripristino della carenza motoria-sensoriale e della vitalità: tracciare i traumi transgenerazionali, perinatali e dello sviluppo.
  • L’intersoggettività sensoriale “essere con me e con l’altro allo stesso tempo”: terza e quarta articolazione fondamentale.
  • Processo di sviluppo emotivo e legame sotto la percezione del sistema aptico e la psicologia di Wallon, Winnicott e Bullinger.
  • Tracciamento dell’energia emotiva traumatica associata alle memorie immagazzinate attraverso tre livelli di organizzazione del sistema nervoso: interocettivo, esterocettivo e propriocettivo.
  • Sbloccare le restrizioni di movimento che corrispondono a sintomi e comportamenti: ristabilire l’equilibrio nel sistema nervoso autonomo;
  • Unfolding the Holdings: monitoraggio dei sistemi di compensazione del corpo, consapevolezza della postura del corpo in gravità, spazio e tempo per il rilascio del carico traumatico
  • La corteccia prefrontale è legata alla stabilità emotiva e al senso di identità. Comprendere le emozioni mettendole in relazione con un circuito neurale integrativo
  • Comunicazione con il sistema nervoso, le emozioni e il tessuto connettivo: raggiungere la plasticità integrando e sviluppando il Sistema Affettivo;
  • Protocolli II: come utilizzare SOMA nell’attivazione globale ad alta intensità (GHIA)
  • Dimostrazioni pratiche di Sonia Gomes seguite da esercitazioni tra gli studenti: monitoraggio dallo sviluppo embriologico
       Sbloccare le restrizioni al movimento traumatico  (5 Giorni)

Lavorare con SOMA in traumi complessi, sindromi, condizioni croniche e lesioni gravi – traumi collettivi (catastrofi naturali, terrorismo, ecc.)

  • Come lavorare con le emozioni quando ci sono lesioni, sindromi e condizioni croniche?
  • Lesioni legate all’emozione: come identificare le parti attive sopravvissute? Diagnosi-Biografia-Personalità: la dissociazione del trauma e la ricerca di reintegrazione;
  • La funzione del tempo nel trauma da shock. Come rimuovere lo shock nella rinegoziazione del trauma e quando è il momento giusto per intervenire?
  • I modelli simili nello sviluppo di traumi, shock e lesioni fisiche. 
  • Protocolli III: come utilizzare SOMA in traumi di attacchi inevitabili?
  • Dimostrazioni pratiche di Sonia Gomes seguite da pratica tra gli studenti: rinegoziazione di traumi complessi

Visita la SOMA homepage: www.soniagomesphd.com