Risensibilizzazione: ritorno alla vita dopo il trauma

Articolo redatto e adattato da Elton Kazanxhi e Laura Longhi.

 Il trauma disregola il corpo. Sposta i livelli energetici dalla linea di base agli estremi dell’iperarousal (panico) o l’ipoarousal ( esperienza di vuoto e collasso), non solo alternandoli ma in alcuni casi rimanendo bloccati in entrambi gli estremi.

Leggi tutto

SOMA® SONIA GOMES FIRENZE 24-26 MAGGIO

SOMA – L’Embodiment Training è stato creato per essere un’estensione dell’approccio Somatic Experiencing ®, sviluppato da Peter A. Levine e per aiutare i professionisti che lavorano con le esperienze traumatiche. Molti concetti base del SE, come Orientamento, Senso di Felicità, tracking somatico e le risorse del Sistema Nervoso, sono parte integrante dell’insegnamento SOMA.

L’idea di SOMA SOMA-Embodiment
Sonia deve molto alle intuizioni ed ai concetti creati dai grandi maestri Peter A. Levine, Ida Rolf, Stephen Porges e Hubert Godard. Ciò che rende unico il lavoro con il SOMA è il modo in cui tali approcci vengono integrati, assieme alle scoperte e ricerche nel campo del body trauma releasing, rilascio emozionale del trauma emotivo e del corpo. L’idea del training SOMA proviene da Sonia Gomes, PhD, Somatic Experiencing® Facoltà senior di Somatic Experiencing Trauma Institute e supporto organizzativo da Polarity Center di Urs Honauer, PhD, SETM Senior Faculty from Switzerland.

TRAINER (SONIA GOMES)

www.soniagomesphd.com

L’approccio SOMA riconosce che le esperienze Traumatiche possono causare blocchi in cui rimangono bloccati nel corpo in molti livelli, riducendo così la capacità del corpo per l’Incarnazione, l’Orientamento, l’Integrazione e la Percezione. Per completare la risoluzione traumatica, dobbiamo prima lavorare con il sistema percettivo e l’organizzazione gravitazionale. Spesso viene richiesta l’educazione all’orientamento. In questa fase incorporeremo la continuità e la fluidità del movimento, il monitoraggio e le esplorazioni di incarnazione per espandere la percezione e affrontare i ritmi biologici per l’autoregolazione.

I partecipanti praticheranno protocolli specifici di abilità tattili, movimenti e esercizi di localizzazione al fine di:

1) Espandere la Percezione;

2) Ripristinare la mobilità;

3) Sbloccare le restrizioni traumatiche dei sintomi legati al movimento al fine di ristabilire l’equilibrio.

Il SOMA deve molte cose alle intuizioni e alle strutture concettuali create da quattro grandi maestri: Peter A. Levine, Dr. Ida Rolf, Stephen Porges e Hubert Godard. Ciò che rende unico il nostro lavoro è il modo in cui combina i notevoli approcci dei nostri predecessori con i nuovi pezzi che abbiamo sviluppato dalle nostre scoperte e ricerche in relazione al rilascio di un trauma emotivo dal corpo.

IL PROGRAMMA Intro (3 giorni)

Il SOMA come strumento per Somatic Experiencing®?

• Riassunto del lavoro di: Peter A. Levine (SE); Stephen Porges (The Polyvagal Theory); Ida Rolf (Integrazione strutturale); Hubert Godard (funzione tonica – lavoro di movimento);

• In che modo le esperienze traumatiche possono avere un impatto su corpo, mente e cervello come si creano i blocchi;

• Embodiment = Un percorso per ripristinare il trauma e l’autoregolazione;

• Sviluppo embriologico e organizzazione spaziale; sistema tattile e campo gravitazionale;

• L’organizzazione dello spazio interno ed esterno attraverso il movimento nel campo gravitazionale;

• Offrire il supporto, stabilità e orientamento spaziale usando il tocco e il movimento coordinato;

• La teoria polivalente applicata al tatto;

• Sensazione / linguaggio corporeo = interocezione, esteroception e propriocezione;

• Come il trauma rimane bloccato nella struttura del corpo riducendo così la capacità del corpo per l’incarnazione, la percezione dell’altro e l’orientamento;

• Pratica esperienziale di protocolli per raggiungere la stabilità nel corpo, orientamento nello spazio, l’equilibrio, la postura e diversi modelli di movimento.

• Seduta di dimostrazione di Sonia Gomes che usa il tocco, il movimento con la risonanza;

N.B. Per partecipare all’evento è necessario versare un acconto di 100€ ,inoltre compilare ed inviare tramite mail il modulo d’iscrizione qui di seguito .

Per altre informazioni contattare: Tel3481383035/ 3295379300 mail  info@emiitaly.com www.emiitaly.com

 

 

Chi può partecipare a SOMA ?
Il programma è consigliato a studenti della somatic experience ma è accessibile anche a tutti gli professionisti della salute corporea : Psicologi, Naturopati, Fisioterapisti, Medici ,Osteopati, Counselor,Massaggiotori  e istruttori di Yoga   formati in diversi approcci corporei.

Testimonianze del lavoro SOMA di Sonia Gomes

SOMA – L’Embodiment Training è stato creato per essere un’estensione dell’approccio Somatic Experiencing ®, sviluppato da Peter A. Levine e per aiutare i professionisti che lavorano con le esperienze traumatiche. Molti concetti base del SE, come Orientamento, Senso di Felicità, tracking somatico e le risorse del Sistema Nervoso, sono parte integrante dell’insegnamento SOMA.

Leggi tutto

Il nostro corpo lo sa (la dissociazione traumatica pt2)

Nel precedente articolo, ho trattato degli aspetti puramente cognitivi della dissociazione, soffermandomi poco sulla componente corporea se non per discutere della teoria polivagale di Stephen Porges. Questo perché, da una parte, gli effetti che la dissociazione ha sulla nostra coscienza sono più facilmente collegabili tra loro per il cliché che considera quest’ultima separata dalla nostra componente somatica, il nostro corpo: abbiamo subito un attacco da parte di un cane da piccoli e riteniamo che tale trauma si riproporrà solamente come una sensazione di ansia o paura ogni volta che ne vedremo un altro.

Leggi tutto

La dissociazione traumatica

Secondo il DSM V, i disturbi dissociativi sono caratterizzati da una discontinuità nella normale integrazione della coscienza, della memoria, dell’identità, della percezione, della rappresentazione del corpo e del comportamento. I sintomi dissociativi possono potenzialmente compromettere ogni area del funzionamento psicologico. Ma come si manifesta la dissociazione?

Leggi tutto

Integrazione tramite il movimento oculare (Eye Movement Integration vs EMDR): dalla Shapiro a Steve Andreas

Nel campo della psicoterapia, i professionisti di oggi possono utilizzare varie tecniche: l’ipnosi, la PNL, la desensibilizzazione sistematica, la terapia d’impatto, ecc. Allo stato attuale e per la mia personale esperienza due di loro si distinguono in particolare modo: EMI (Eye Movement Integration) e EMDR (desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari).

Leggi tutto

Il ruolo terapeutico dello psicologo nella Eye Movement Integration Therapy

La teoria dell’attaccamento ha rilevato che gli adulti con uno stile di attaccamento sicuro dimostrano una maggiore resilienza allo stress e al trauma di quelli con attaccamento insicuro. L’adulto sicuro tende ad avere rapporti che lo sostengono e lo mettono al riparo dallo stress (Bowlby, 1988), ed è in grado di riflettere sul suo stato interiore e di elaborare emozioni senza esserne sconvolto (Fonagy, 2000; van derKolk 1996).

Leggi tutto

Una nuova definizione di trauma

Che cosa significa, per noi, subire un trauma? Sono sicuro che le risposte che mi arriverebbero sarebbero le più disparate. Che cos’è dunque un trauma? La risposta più ovvia potrebbe essere: ”E’ quando ti succede qualcosa di veramente grave, come un evento catastrofico, un incidente, un lutto, una malattia”. La risposta è vera, ritengo, solo in parte.

Leggi tutto

Tutti abbiamo bisogno di un posto al sicuro (Safe Place Technique)

La nostra esistenza in questo mondo, il nostro muoverci attraverso di esso attraverso il tempo e lo spazio, comporta un continuo scambio energetico da e verso di noi. Quando ci troviamo in una situazione di benessere il nostro corpo e la nostra psiche traggono energia dall’ambiente circostante e, in un certo senso, ci “ricarichiamo”. Pensiamo ad una cena tra amici, un momento di relax ascoltando musica, una passeggiata in riva al mare o in un bosco.

Leggi tutto